venerdì 13 marzo 2009

Dante 533 Tavola 5 Definitiva a China

Ed ecco che dopo 1 settimana di malattia sono tornato a disegnare Dante.
Nella quinta tavola entra nella stanza da letto e mette mano sul letto dell'inquilina la quale si chiede che cavolo sta facendo ma nel momento dell'atto la porta di casa si apre e i due rimangono sorpresi.
In sostanza volevo che ciò che fa Dante al letto rimanga misterioso. Così che il lettore si fa la domanda che l'inquilina fa al protagonista.
Quindi lo dirò nemmeno io! :p
Tutto sommato non mi dispiace come tavola.
La ripresa iniziale con l'ombra proiettata di dante sul pavimento mi piace molto anche se Giuseppe mi ha fatto notare che forse è esageratamente allungata...ma è stata anche una mia scelta....in fondo anche la sagoma della porta sul muro in fondo è molto allungata quindi è abbastana giustificata la cosa penso.
Passando oltre arriviamo alle due vignette laterali alle quali ho dato un taglio particolare. Lui esce dalla vignetta che è la cornice con qualche elemento di sfondo della camera.
A loro volta le due vignette hanno una cornice nera di sfondo che interagisce con Dante nella pria vignetta in alto. A dirlo sembra un bordello...in pratica invece non è male.
Infine il ritaglio con la porta presa dal basso che si apre e una didascalia sottostante che seguono il taglio della prima vignetta in alto.
Di sfondo ad esse i due personaggi sulla scena e chiusura della pagina con un alone di mistero. Che succederà dopo???


Ecco la tavola:


Strumenti: Matite e Chine a pennello.

Nessun commento: