lunedì 1 marzo 2010

Mantova Comics...incontri importanti.

Ieri sono stato per il secondo anno di fila a Mantova Comics...che probabilmente finora è la miglior fiera del fumetto a cui sono stato, dedicata agli autori e a chi vuole interessarsi editorialmente al panorama del fumetto.
Chiaro...Lucca offre moltissime cose...ma penso che questa rassegna sia più concentrata e anche molto meno affollata. E quindi c'è molto spazio a nuovi autori per conoscere e proporsi.
In sostanza vi è un grosso taglio ai soliti mercatini che in alcune fiere sono l'unica proposta.
A favore di spazi dedicati ai disegnatori stessi. Come uno stand interamente dedicato a loro in cui disegnano davanti agli occhi di tutti. Spazio importante perchè inserito nel padiglione degli editori e quindi favorevole per nuovi progetti.
L'unica nota di demerito è che quasi tutti questi disegnatori sono abbastanza affermati.
Ci vorrebbe uno spazio dedicati ai disegnatori non ancora professionisti ma comunque abili.

Presenti e visibili anche altre piccole realtà. Associazioni, piccola editoria, autoproduzioni...

Riguardo ai mercatini c'è un padiglione secondario in cui c'è tutto quello che si trova in qualsiasi fiera...solo che giustamente bilanciato con quello che è il fumetto applicato.


Ma la cosa più bella di Mantova Comics per autori emergenti è asenza dubbio la sala conferenze e la sala Editor.

Belli gli incontri...ho partecipato a un incontro in cui i maggiori editori italiani parlavano del futuro del fumetto in Italia...con ingenti investimenti sul digitale all'alba dell'uscita dell' iPad.
Solo Bonelli, uomo di tutto rispetto, legato al tradizionalismo delle sue testate, ha affermato che un eventuale Boom del digitale lo porterebbe a lasciare in mano la linea editoriale a qualcuno che se ne intende più di lui in questo campo...di cui ne è totalmente distante...per motivi di età e di legame al cartaceo.
Poi ho partecipato alla conferenza con l'editor della Marvel CB Cebulsky. Che ha spiegato come proporsi alla casa delle idee e qual'è l'"autore tipo" che si aspettano di vedere. Per poi rispondere alle domande dei MarvelBoys eheh.

A proposito di CB Cebulsky...poco prima della conferenza ho avuto modo di mostrargli in sala Editor il mio materiale. Con un inserimento fortuito all'ultimo momento ho avuto modo di fargli vedere i miei lavori e con mia immensa gioia si è dimostrato molto disponibile nel darmi delle dritte su alcuni aspetti e nel farmi i complimenti sul alcuni elementi inseriti nelle mie tavole delle quali ne è rimasto colpito.
Mi ha lasciato la sua mail e la mail di un collaboratore che contatterò per farmi inviare degli script di prova sui quali lavorerò per poi mandarglieli e sentire ulteriori pareri e dritte in merito.
Insomma...è ben distante da un contratto lavorativo, ma sono contento di poter mettere mano su del materiale che di sicuro mi aiuterà a crescere.
Finito l'incontro con me è andato a mangiare e in sala conferenze per l'incontro sopra nomanto come dice anche sul suo Twitter:
"Just finished my final portfolio review of the con! Off to lunch, then a new panel titled "Cebulski Against The World". What'd I do wrong?"


Ho incontrato anche altri due editori italiani.

Giochi Prezioni Publishing: Incontro un pò freddino. Dopo una consultazione del portfolio mi viene detto che cercano per un target molto giovane e quindi giustamente i miei lavori non erano proprio idonei (Zombi smaciullati - Alieni - Città devastate eheh). Ciononostante mi ha fatto dei sentiti complimenti. Mi spiace solo che non avevo nulla di mio stile umoristico...però va bhe...era una prova ed i complimenti sono sempre ben voluti.

Cronache di Topolinia: Ammetto con ignoranza che non sapevo il tipo di materiale che pubblicavano. tant'è che mi sono iscritto solo in un secondo momento per l'incontro con l'editor.
Il punto è che l'editor non l'ho neanche incontrato...ehehe...così come l'80% dei presenti disegnatori. Ha consultato in privato i portfoli per poi segare in partenza le gambe a quasi tutti i presenti. Un approcio strano datore di lavoro-dipendente....distante.
Per poi scoprire che questa casa editrice non paga i propri autori!!!!!!!!!
Se devo lavorare gratis preferisco pubblicare le mie tavole sul blog che ho molta più visibilità piuttosto che su uno stampato di tiratura limitata.
Ho poi scoperto che i disegni sono simil manga...no grazie. :D

Grosso rammarico per essermi perso l'editore francese Soleil...


Ovviamente ho fatto acquisti pazzi.




E come chicca mi sono fatto auografare Dylan Dog da Angelo Stano...creatore grafico dell'indagatore dell'incubo! Spettacolo!



Insomma...bella fiera...ottimi incontri e feedback...ottima compagnia coi miei compagni di Scuola del Fumetto!

Nessun commento: